Stereotipo virtuoso nel Paese del welfare

Stereotipo virtuoso nel Paese del welfare

rassegna stampa svedese assosvezia stereotipo virtuoso welfare SCB

I contribuenti svedesi si distinguono per essere tra i più puntuali d’Europa nell’adempimento delle scadenze fiscali. Anche le previsioni su redditi, consumi e risparmi confermano un clima generale che sembra virare verso il positivo. Il tasso di povertà ed esclusione sociale del 2,3% raccoglie segnali ottimistici rispetto alla media europea del 10%. È quanto emerge dall’ultimo rapporto sul reddito e le condizioni di vita in Svezia registrato dall’Eurostat e l’Istituto Nazionale di Statistica svedese SCB. La quota di famiglie svedesi che nell’ultimo anno hanno aumentato la propria capacità di spesa è buona. Diminuiscono anche i casi delle famiglie che non possono permettersi una spesa imprevista. Secondo l’indagine solo il 4,7% delle famiglie svedesi hanno difficoltà a coprire tutte le spese e si tratta soprattutto di nuclei monoreddito con arretrati per il mutuo, l’affitto e le bollette.

Traduzione a cura di: Ida Montrasio

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin