La Svezia si unisce ai soccorsi nelle Filippine

La Svezia si unisce ai soccorsi nelle Filippine

A seguito del tifone Hayian, che lo scorso fine settimana ha duramente colpito le Filippine, le autorità svedesi stanno lavorando su più fronti. L’Ambasciata svedese a Bangkok è in stretto contatto con il consolato svedese a Manila e Cebu e con l’ambasciata norvegese a Manila, raccogliendo e trasmettendo informazioni sui dispersi, data la difficoltà di comunicare con le zone colpite a causa delle linee telefoniche guaste. In parallelo al lavoro consolare, lo scorso lunedì l’Agenzia civile svedese (Myndigheten för Samhällsskydd och Beredskap, MSB) ha fatto decollare un aereo dall’aeroporto di Örebro verso le Filippine. L’aereo trasporta apparecchiature per la comunicazione e il necessario per due campi base delle Nazioni Unite, messi a disposizione dalla Svezia, Norvegia, Danimarca, Finlandia, Estonia e Lussemburgo. Lo scorso martedì sono quindi decollate 21 persone, tra esperti di informatica e comunicazioni satellitare, ma anche personale medico ed esperti nella purificazione di acqua; di queste, 8 erano svedesi.
Leggi l’articolo completo (in svedese):

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin