La crisi dell’Euro attrae studenti stranieri in Svezia

La crisi dell’Euro attrae studenti stranieri in Svezia

Negli ultimi anni è aumentato il numero degli studenti europei che fanno domanda per entrare nelle università svedesi, soprattutto tra gli studenti provenienti da Spagna, Grecia e Italia. In questi Paesi per ottenere borse di studio o accedere a un master bisogna essere i migliori, ma non ci sono garanzie di trovare un posto di lavoro alla fine degli studi. Per questo motivo molti studenti vanno a studiare all’estero, dove ci sono maggiori opportunità. All’inizio di quest’anno accademico gli studenti spagnoli, greci e italiani che si sono iscritti alle università svedesi sono 3.635, senza contare quelli che partecipano al programma Erasmus. In quattro anni si è registrato un aumento del 74%, con l’incremento maggiore tra gli studenti greci. In Svezia il mercato del lavoro è più sicuro e la concorrenza per entrare all’università è minore, ma secondo Lennart Ståhle, team manager dell’Ente svedese per l’Università Högskoleverket, la Svezia attira così tanti studenti anche perché le università hanno un’ottima reputazione e i metodi di insegnamento sono diversi da quelle straniere, perché prevedono un contatto maggiore con i docenti. L’esperienza della Svezia dice che la maggior parte degli studenti sceglie di tornare in patria dopo la laurea, ma data la difficoltà di trovare lavoro spesso si sceglie di rimanere in Svezia.
Leggi l’articolo completo (in svedese):

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin