Il verbo “zlatanera” tra i neologismi svedesi del 2012

Il verbo “zlatanera” tra i neologismi svedesi del 2012

Come ogni anno lo Språkrådet, l’organo ufficiale per la cura della lingua svedese e le politiche linguistiche, ha pubblicato una lista dei neologismi entrati nel linguaggio comune. In seguito ai successi ottenuti da Ibrahimovic nel campionato francese è arrivato il verbo “zlatanera” con il significato di “dominare, ottenere qualcosa con forza” (coniato in francese e diffusosi poi anche in svedese). Tra le altre parole inserite nella lista ci sono poi il verbo “henifiera” (cioè sostituire gli attuali pronomi “han” e “hon”, lui e lei, con il pronome “hen”, valido per entrambi), l’aggettivo “ogooglebart” (ingooglabile, cioè che non si trova su internet) e i sostantivi “överklassafari” e “underklassafari”, ovvero un viaggio in pullman per vedere come vivono le persone di altre classi sociali. Molti neologismi derivano dal mondo dell’informatica e da eventi di attualità: “fysisk butik”, “fysisk resa” e “fysisk skiva” indicano un negozio, un viaggio e un disco fisici, cioè reali, per distinguerli da quelli digitali; in riferimento alla crisi è nata invece la parola “grexit”, composta da “Grekland” e “exit”, per indicare la possibile uscita della Grecia dall’Euro. Dall’inglese arriva invece “nomofobi”, abbreviazione di “no mobile phone phobia”, ovvero il terrore di non poter avere accesso costantemente al cellulare.
Leggi l’articolo completo (in svedese):

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin