Bioedilizia: case sostenibili e all’avanguardia suscitano l’interesse di architetti stranieri

Bioedilizia: case sostenibili e all’avanguardia suscitano l’interesse di architetti stranieri

Design e tecnologia valorizzati dalla competenza aziendale svedese. È proprio la ricerca di uno stile di vita orientato al benessere, alla sostenibilità e all’avanguardia che suscita l’interesse degli architetti stranieri per i quali la Svezia rappresenta un punto di riferimento nel settore delle costruzioni in bioedilizia e delle case in legno di alta qualità. “Oggi l’avanguardia architettonica e tecnologica punta a creare uno spazio adatto a uno stile di vita orientato al benessere e alla sostenibilità. Siamo venuti qui appunto per osservare questa particolare combinazione scandinava in ambito delle costruzioni in legno” spiega Jennifer Bonner, docente presso la Harvard University Graduate School of Design e architetto dello studio Mall Architects, che insieme a 14 allievi ha fatto visita ai cantieri di Stoccolma e Skellefteå per approfondire le conoscenze tecniche dell’utilizzo del legno nell’edilizia. A differenza dell’edilizia tradizionale, l’obiettivo delle case in legno è garantire il massimo del comfort abitativo risparmiando energia e costi di gestione dell’edificio. “Seguiamo un percorso indipendente e pionieristico nello sviluppo di tecnologie e del design sostenibile. Per il nostro know-how nel settore delle costruzioni di case in legno riceviamo parecchio interessamento a livello internazionale” sostiene Ove Nilsson, geometra presso Tyréns, una delle principali società di consulenza nel settore delle costruzioni e dell’architettura, che già da diversi anni si sta allineando a quanto disposto dalla normativa europea sulla prestazione energetica nell’edilizia, che prevede per la fine del 2020 un consumo di energia quasi nullo per tutte le nuove costruzioni.

Fonte: 1

Traduzione a cura di Ida Montrasio

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin