Meno batterie e più smart roads: arriva la prima infrastruttura elettrica a Lund

Meno batterie e più smart roads: arriva la prima infrastruttura elettrica a Lund

Saranno le infrastrutture stradali a giocare un ruolo fondamentale in ambito della mobilità elettrica e in Svezia si sta già provvedendo a ideare una soluzione che potrebbe ridurre l’uso delle batterie dell’80%. Dopo tre anni di test il consorzio svedese Elväg syd darà il via al progetto pilota basato sul concetto di strada elettrificata portato avanti dalla start-up Elonroad AB, in collaborazione con l’Agenzia Svedese per l’Energia Energimyndigheten e col supporto del fornitore di energia elettrica locale  Kraftringen a cui ora si unisce anche l’azienda dei trasporti Trafikverket. “Pensare alle infrastrutture come sistema di ricarica per tutti i mezzi a motore elettrici e ibridi, consentirà di ovviare al problema dell’attuale insufficienza delle colonnine di ricarica, senza contare l’impatto ambientale ed economico sullo stesso mercato delle auto, con una notevole riduzione dello sfruttamento di materie prime rare per la realizzazione delle batterie” afferma Dan Zethraeus, uno dei fondatori di Elonroad spiegando come attraverso un dispositivo di aggancio integrato nel veicolo la batteria sarà in grado di ricaricarsi in automatico percorrendo i tratti di strada elettrificata. Il primo chilometro sarà realizzato a Lund e vedrà la sperimentazione di una corsia di autobus lungo la quale verranno installati dei binari larghi 30 centimetri e alti 5 in grado di far passare la corrente. Si tratta di un’infrastruttura con un impatto minimo sulla rete stradale, diffusa principalmente sui tratti più trafficati.

Fonte: 1

Traduzione a cura di Ida Montrasio

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin