Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Torre di Babele

rassegna stampa svedese assosvezia Rikssvenskan lingua nazionale standardizzazione torre di babele

In contrapposizione alla tendenza monocentrica che riconosce come lingua nazionale svedese quella caratterizzata da un’inflessione che coincide con l’area di Mälardalen a nord ovest di Stoccolma, l’agenzia di reclutamento Lernia è giunta alla definizione di un nuovo modello basato su soluzioni di compromesso tra più centri influenti i cui accenti differiscono leggermente dallo standard finora adottato. “Rikssvenskan è la lingua dei telegiornali e degli annunci all’altoparlante che per generale consenso della popolazione è ritenuta la varietà più corretta e alla quale i parlanti tendono a conformarsi nella pronuncia, nella morfologia, nella sintassi. La standardizzazione della lingua dovrebbe però anche tenere conto della realtà sociolinguistica in continua evoluzione”. Il linguista Mikael Parkvall ha creato un ibrido tra lo svedese centrale e altri accenti più diffusi in Svezia con l’obiettivo di dimostrare che un’inflessione dialettale non è da considerarsi meno autorevole di quella tradizionalmente prescelta dai mezzi di comunicazione e per le situazioni formali. Questa soluzione sarebbe vantaggiosa anche per l’insegnamento dello svedese come lingua straniera, evitando eccessive differenze tra la pronuncia accademica e il linguaggio corrente. Naturalmente il successo del nuovo standard linguistico dipenderà in ultima istanza dalla sua accettazione da parte dei destinatari finali. La nuova inflessione è già stata adottata per le comunicazioni interne della biblioteca universitaria di Stoccolma e l’interesse a sostituire file vocali con la nuova voce sta crescendo tra le organizzazioni e le aziende svedesi.

Traduzione a cura di: Ida Montrasio